17
Episodio

L'efficacia batte l'efficienza

Il primo anno di università mi svegliavo presto per seguire le lezioni, prendevo appunti e studiavo fino a tardi. Per mesi sono stato quel genere di studente che affronta in modo diligente e responsabile gli studi.

Ciò nonostante, al termine delle prime sessioni di esami, gli sforzi non erano stati sufficienti per superare le prove in programma e per ottenere dei voti mediamente alti.

Cosa avrei potuto fare di più che dedicare le mie giornate allo studio?

A volte l'impegno non è sufficiente ad ottenere i risultati desiderati. È facile convincersi di non essere all'altezza della sfida anche quando il problema non sono le nostre capacità quanto l'approccio che adottiamo.

Spesso siamo più efficienti che efficaci: inganniamo noi stessi credendo di lavorare per un preciso obiettivo mentre ci limitiamo all'efficienza. Siamo in qualche modo impegnati, ma non produttivi.

Quando sei efficiente cerchi di portare a termine un compito ottimizzando le risorse e il tempo, ma non sempre operi nel modo più sicuro per raggiungere il tuo proposito.

Non è sufficiente fare le cose bene, occorre fare il necessario.
Per questa ragione, essere efficienti non è garanzia di successo.

Uno slogan pubblicitario può usare poche parole per esprimere un concetto (efficienza), ma può risultare inefficace se i destinatari non comprendono il messaggio.
Puoi preparare un pranzo con il minimo spreco di denaro e tempo, ma potrebbe non essere apprezzato dai tuoi ospiti.

La differenza tra essere efficiente ed essere efficace sta nel focus: nel primo caso ti concentri sul gestire le risorse, nel secondo punti a raggiungere gli obiettivi.

A volte vale la pena impiegare qualche risorsa in più (o procedere in maniera più pratica) per ottenere ciò che vogliamo senza ostinarci a fare le cose nel modo "perfetto".

Per un intero anno ho speso energie per organizzare minuziosamente lo studio con risultati mediocri perché non avevo compreso cosa era davvero necessario per superare gli esami nel modo più semplice e proficuo.

Concentrarsi troppo sull'efficienza distrae dall'obiettivo finale.

Questo vale per lo studio di una materia come per qualsiasi altro traguardo nella vita. Per diverse ragioni, l'efficacia batte l'efficienza.

La cieca ossessione per la precisione e l'ottimizzazione, concede poco spazio alla flessibilità, alla nostra umana vivacità e ha effetti negativi sulla qualità della vita.

Se di fronte ad un problema ti ostini a ricercare la soluzione efficiente, puoi perdere di vista soluzioni altrettanto efficaci o addirittura migliori. Puoi bloccarti di fronte ad una sfida il cui superamento è necessario per progredire nella vita.

Inoltre, cercando ottimizzare e pianificare troppo nel dettaglio, riduci le tue giornate ad una lista di attività da svolgere non sempre del tutto necessarie.

L'efficienza porta a stravolgere le vere esigenze, a vivere una vita frenetica e stressante.

Se ti concentri solo sull'essere efficiente, se tagli il tempo per gli affetti, gli amici e le passioni, rischi di appiattire la vita e perdere di vista ciò che è importante. L'esistenza diventa un susseguirsi di impegni e scadenze da rispettare, un processo sterile e deterministico dove non c'è tempo per fermarsi ed assaporare i momenti.

L'efficienza è per le macchine, non per gli umani.

La vita non è un processo ben definito e programmato. Il cambiamento è la costante comune di ogni giorno. Per questo essere efficace piuttosto che efficiente ti permette di adattarti meglio alle circostanze mutevoli, ti aiuta ad essere più flessibile e a dare maggiore importanza alla qualità e alla sicurezza del risultato.

Essere efficaci richiede di fare scelte, di definire priorità e di concentrarsi sulla realizzazione dei propri obiettivi.

Chiediti: Efficacia o efficienza, cosa è più utile per la mia vita?

Buona vita,
Firma Andrea Mangano
© Riproduzione riservata

Domande per riflettere

Prendi qualche minuto per riflettere e rispondere a queste domande. Potrebbero darti una consapevolezza nuova su te stesso e sulla tua vita.
  • 1.

    Svolgo le attività in modo da raggiungere i miei obiettivi o sto solo cercando di farle nel modo più veloce e conveniente possibile?

  • 2.

    So prendere decisioni in maniera rapida ed efficace quando serve o impiego troppo tempo per valutare le opzioni?

  • 3.

    Gestisco il mio tempo e le mie energie in modo efficiente senza trascurare la qualità del lavoro svolto?

  • 4.

    Sto ottenendo i risultati sperati o sto sprecando le mie risorse in attività di poco valore?

  • 5.

    Mi adatto alle nuove situazioni e riesco a trovare soluzioni nuove ai problemi o rimango bloccato nelle vecchie abitudini?

  • 6.

    Sono in grado di dare la corretta priorità alle attività in base alla loro importanza e urgenza?

Ti è piaciuto? Condividi
100 episodi per vivere una vita consapevole, felice ed ispirata.
Ogni episodio contiene nuove idee, riflessioni e strategie per dare una piccola scossa alla tua vita. Cinque minuti che potrebbero cambiarti la vita ogni settimana.

Avvisami dei nuovi episodi via email.
16
Fallire per avere successo
← Precedente
L'intenzione è solo il primo passo
18
Successivo →